Profilo

Dal 1962 uno strumento reale
della politica contrattuale e dei servizi
nel settore edile della Provincia di Rovigo

La Cassa Edile Polesana – C.E.P. – costituitasi il 28 Giugno 1962, è lo strumento per l’attuazione, in Provincia di Rovigo, dei contratti ed accordi collettivi stipulati tra l’ANCE, l’INTERSIND e le Federazioni Nazionali dei lavoratori, nonchè tra l’ANCE-ROVIGO – Sezione Edili di Confindustria Venezia Area Metropolitana di Venezia e Rovigo ed i Sindacati Territoriali FeNEAL/U.I.L., FILCA/C.I.S.L. e FILLEA/C.G.I.L.

La C.E.P. adempie alle proprie funzioni a favore degli iscritti, indipendentemente dalla natura industriale, artigiana o cooperativistica dell’Impresa e da ogni altra sua qualificazione giuridica, economica o sindacale.

Tra i molteplici compiti che le vengono affidati, la C.E.P. provvede:

  • a gestire a favore dei propri iscritti, i contributi che le sono attribuiti con contratti collettivi dalle competenti Organizzazioni Sindacali di categoria richiamate nello Statuto;
  • alla gestione dell’ACCANTONAMENTO come previsto dal C.C.N.L.;
  • alla gestione dell’Anzianità Professionale Edile prevista dal C.C.N.L.;
  • ad erogare prestazioni di previdenza e di assistenza;
  • alla gestione delle somme che vengono versate dalle Imprese per le quote a proprio carico e per quelle a carico dei lavoratori;
  • alla riscossione, sulla base di apposite convenzioni, dei contributi che le disposizioni dettate dalla contrattazione collettiva destinano al funzionamento del Cominato Paritetico Territoriale, all’Ente Scuola, ecc.;
  • alla certificazione di regolarità contributiva delle Imprese;
  • alla raccolta, elaborazione ed informatizzazione dei dati relativi al mercato locale del settore edile;
  • alla collaborazione attraverso apposite convenzioni, per l’incrocio dei dati con Enti pubblici previdenziali ed assicurativi, volta a garantire un’effettiva perequazione dei costi tra le Imprese;
  • ad individuare, promuovere ed implementare servizi specifici per il settore edile locale e i suoi operatori, nell’ambito dei fini istituzionali e delle discipline contrattuali;
  • a curare sistemi informativi, pubblicazioni periodiche volte a promuovere il settore, iniziative mutualistiche e sussidiarie di emanazione contrattuale.